I cant’ prevent myself from suffering deeply.

I prefer to suffer myself instead of seeing others suffering….. It’s part of my character, behaving like this. It’s written in my DNA.

I’m experiencing a whole series of things which include emotional troubles, health problems inside my family, a dear friend being severly ill and more….

I’m trying to cope with this but I cannot pretend too much from myself….
Everything is happening at once, all together.

– Stayinng close to firends experiencing the sufference I had with my pa when he was ill, is one of these.
I feel bad because somehow I’m re-experiencing the pain suffered at that time…… However no one seems to understand this.

– Not to mention the rest…. which is causing a great pain to my heart. Again I have taken a decision because I prefer 10.000 times to suffer myself instead of causing pain to anyone else I love.

I feel lost, I feel unable to react……
But I have to. and I will.🙂 One far day!

Music is my big help.

L’amicizia, come l’amore, è un sentimento puro ed istintivo.

Si impara a voler bene fin da piccoli.

In quel momento, quando il nostro cuore è puro, il sentimento è perfetto.

Poi la vita, il mondo, ciò che ci circonda, può modificarci e rendere questi sentimenti imperfetti:

può subentrare, l’invidia o la lontananza oppure, semplicemente, sembra non capirsi più.

Tuttavia se di fondo il sentimento era autentico, nulla potrà cancellarlo.

Ci sarà sempre il modo di fare un passo, tendere la mano, regalare un sorriso, una parola o un abbraccio….

… perchè quella cosa meravigliosa che ci legava… non sia stata inutile e non muoia mai.

L'amicizia si impara fin da poccolini

io e mio cugino Andrea nel 1973

E’ mancato Don Piero Gibello. Il parroco del Villaggio Lamarmora (quartiere di Biella noto per le situazioni di difficoltà e le storie difficili di molte delle persone che vi abitano.

Lui era il “prete di strada” che ha saputo trasformare un quartiere difficile, di periferia, di emigrazione e di disagio in un luogo accogliente, inclusivo e solidale. La sua porta era aperta SEMPRE per tutti.

Per TUTTI c’era un sorriso, una parola buona, una carezza e una “sgridata benevola” se era il caso.

Un uomo Sacerdote dal Cuore grandissimo, che ha fatto della carità cristiana, un esempio e un insegnamento.

Una perla rara, gran Tesoro di Dio,  in questo mondo in cui sempre più spesso si sente parlare di preti “orchi” e pedofili.

Ricorderò per sempre le sue parole: “ascoltate il grido degli ultimi”.

Grazie di tutto, grazie di essere stato una vera “matita nelle mani di Dio” per tracciare un disegno perfetto di accoglienza, amore, fratellanza.

Che la terra ti sia lieve. Riposa nella musica del cielo. 

Matita di Dio nell'aiuto agli ultimi, agli emarginati e a chi si trovava in difficoltà. Possa tu riposare in pace. Nella Pace di Dio

Quando qualcuno diceva alla mia Maestra che era successo qualcosa di non troppo bello o di non troppo giusto, la sua immancabile reazione era: “MA ROBE DA CHIODI!” accompagnato da un cenno della testa in segno di disapprovazione…..

Quando si arrabbiava per qualcosa, invece, o qualcuno le stava un po’ “sulle croste” se ne usciva con un: ” Mi fai venire le unghie riccioline” (oppure il latte alle ginocchia -a seconda dei casi). 🙂

Oggi questa persona, che tra l’altro è stata una delle prime a darmi il benvenuto quando ho varcato per la prima volta la soglia di casa come Silvia Carpo – nella cesta che mamma e papà avevano preso per me portandomi a casa dall’orfanatrofio-  non c’è più.

Se ne è andata per un tumore questa notte la mia maestra Annamaria Tamaroglio…….. E a me, che la consideravo quasi una indistruttibile istituzione, non resta con dolore che dire -certa che da lassù le scapperà un sorriso- ……… Ma robe da chiodi !

Addio Maestra!

Ieri (domenica 27/3/2011), grazie a Marilena e Marco Martinelli -che ci hanno invitati- le Goccedi Rugiada hanno portato un po’ di allegria agli ospiti della Casa di Riposo di Mosso (BI).

Questi appuntamenti permettono alle “Gocce di Rugiada” di portare un attimo di spensieratezza a chi ne ha meno, di regalare un sorriso e un po’ di sana musica.

Che tenero vedere gli ospiti commuoversi per l’Inno di Mameli, il Va Pensiero, Un bacio a Mezzanotte, e le OSS scatenarsi con Gimme gimme, Salve Regina (dalla colonna sonora di Sister Act) e poi ancora…

Vedere la commozione quando Michela e Italo hanno intonato: “Grazie perchè“.

Grazie, Gocce di Rugiada! Grazie perchè da un anno a questa parte mi avete presa tra voi, Grazie perchè mi regalate sempre dei bei momenti.

Speriamo ci sia presto altra occasione di regalar gioia e soprattutto di condividere emozioni con voi.

Silvy

Premettendo che la dieta va bene,

come dicevo in un commento ad un post precedente: sugli snack ho una teoria personale ovvero: “gli snack creano dipendenza ed assuefazione” se si comincia, non se ne può fare a meno….

Io l’ho sperimentato su me stessa con i “Ringo”….

Anche se ad oggi con il nuovo regime i miei snack sono 200gr di frutta (al netto della buccia) alle 10 ed alle 15.30 per un totale di circa 110Kcal, devo ammettere di percepire una vera e propria sorta di “crisi di astinenza” dai miei “Ringo” (che di Kcal ne contano 276 a porzione da 6 biscotti)😦😦😦

In pratica sto faticando molto ma sono contenta di resistere.

Anche se non mi sono ancora pesata vedo già i primi risultati nel pantalone: la gamba è meno “gonfia”…

Pazienza l’umore: mi sento “mestruata” nel senso di nervosa ma… tutto sommato molto molto combattiva quindi per il momento, l’energia non mi manca.

Voi che ne pensate sul fattoche gli snack possano creare una sorta di dipendenza?

Ricordi di liceo: ” La spiegazione a questo comportamento è fisiologica:  gli alimenti ricchi di grassi, sale e zucchero, altamente calorici, attivano nel cervello le stesse aree che vengono stimolate dalle droghe. Si crea una crisi analoga a quella degli stupefacenti, ma molto meno violenta e forte. Questi cibi, infatti,  attivano nel corpo un insieme di sostanze euforizzanti fra cui la dopamina, un super-energizzante naturale, che stimola i centri della gratificazione e del piacere, rendendo questi snack attraenti e irresistibili.”

io ho trovato una ricerca in proposito che vi allego in consultazione.

http://www.antikitera.net/news.asp?ID=7658&TAG=Altro&page=27

Inoltre sembrerebbe esserci la “solita” Ricerca statunitense recentemente pubblicata dalla nota rivista di settore Nature Neuroscience e condotta dai ricercatori Paul Johnson e Paul Kenny nell’Istituto Scripps di Jupiter, in Florida.

Aspetto i vostri commenti.

So che adesso qualcuno sorriderà ma….. ho iniziato una dieta.

1200 Kcal x 6 mesi (e oltre) mi concederò pochi sgarri ma sono stata contenta di sapere che, alla fine, non è che mangiassi poi tanto male prima di iniziarla…..

Quel che mi frega sono sicuramente i fuori pasto che dovrò costringermi ad EVITARE nella maniera più assoluta.

Per il resto il mio cibo preferito (il sushi) è assolutamente OK perchè apporta pochissime calorie.

Vi terrò aggiornati…..

___________________

ENGLISH VERSION

___________________

I perfectly know that someone is gonna start laughing, now but…….. I started a diet, today.

About 1200 Kcal for a  6 months’ period (and maybe more😦 )

I will grant myself only a very few breaks, I PROMISE!

As a matter of fact I’m very happy ‘cause I discovered that, in the end, my dietary composition, so far before the diet started, wasn’t so bad at all…..

What will certainly be a challenge to me will absolutely be the snacks, which I will have to cut-off AT ALL.

Thanks Goodness my favourite food (il sushi) is absolutely OK as it bears only a few calories.

I’ll keep you informed on the results…..

BEN TORNATO RICKY!

Ricky è un mio ex compagno delle medie che si è trasferito a vivere a SANTO DOMINGO! (Hai capito che gagliardata?).

Oggi ci siamo sentiti al telefono in serata. La sua voce mi ha fatto fare un vero e proprio salto nel tempo…. Non me ne voglia Riccardo: io me lo ricordavo piccolino di statura, con una vocina dolce, dolce….

Crescendo gli è venuta una voce molto profonda… potrebbe fare il doppiatore senza problemi. Bella l’idea di rivedersi per una pizza con i compagni delle medie… salvo qualche raro caso non li vedo da secolorum (AMEN)!

 

Luigina invece era una parente di mio marito. Abitava nel Canavese ad Albiano ed aveva circa 80 anni.

Per molti versi era identica a mia nonna Eugenia: stesso piglio, stessa decisione ma anche…. stessa dolcezza. Mi mancherà tantissimo andare ad Albiano e non passare a scambiare due chiacchiere con lei davanti ad una tazzina di caffé….

Purtroppo la vita l’ha accomunata a mia nonna anche nella morte: un tumore al pancreas se l’è portata via…. Ciao Luigina! Riposa in pace!

 

Una mia cara amica, il cui blog qui su wordpress è tuttotitti, mi ha fatto riscoprire per caso il testo di questa splendida canzone portata al successo da  Mina.
 
Il brano si intitola “Anche un uomo” ed è un’analisi perfetta dell’universo maschile. 
 
Ma la cosa pazzesca, che non tutti sanno di questa canzone, è che ne è autore Mike Bongiorno (R.I.P.) con Ludovico Peregrini (il mitico “Signor NO” di tante trasmissioni si Mike). Mike nella vita ha sempre avuto a che fare con la musica (ad esempio, è il recordman di presentazioni di Sanremo). E’ a Mike che si deve l’arrivo in TV di Mina, (ancora 19enne  nel 1959).
Perciò è abbastanza strano che questa sia stata l’unica canzone in cui ha messo le mani (anzi, la punta delle dita).
 
ANCHE UN UOMO
(M. Bongiorno – L. Peregrini)
 
Ragazza mia ti spiego gli uomini
ti servirà quando li adopererai
son tanto fragili, fragili tu
maneggiali con cura
fatti di briciole, briciole che
l’orgoglio tiene su

 

ragazza mia sei bella e giovane
ma pagherai ogni cosa che otterrai
devi essere forte ma forte perché
dipenderà da te
tu sei l’amore il calore che avrà
la vita che vivrai.
anche un uomo può sempre avere un’anima
ma non credere che l’userà per capire te
anche un uomo può essere dolcissimo
specialmente se al mondo oramai
gli resti solo tu.

 Ragazza mia adesso sai com’è
quell’uomo che mi porti via e vuoi per te


Di seguito potete vedere il video (uno dei tanti) di questa canzone…
 

 
 
 

Come tutti sanno oggi, 1/11 è la giornata tradizionalmente dedicata alla visita ai cimiteri e nemmeno noi abbiamo mancato visita….

Questa mattina siamo andati al cimitero ove sono sepolti i nonni di mio marito. Arrivati davanti al campo Santo la mia piccola ha detto: “Mamma noi tiamo qui?” Ovvero: “mamma noi stiamo qui?”.

Io ho risposto: “Si ma almeno diciamo una preghierina” ed ho attaccato a recitare l’Eterno riposo con lei che diceva una parola si e 3 no….🙂

Allora io ho iniziato: “L’eterno Ri…”      – e lei pronta: “Riposo

Dona loro oh Si….” e lei: “Signore

Io: “e splenda ad essi la luce per…..” e la mia piccola anzi che dire: perpetua se ne è uscita con un candidissimo:” PER FAVORE!”🙂🙂

Stella!