Esattamente un anno fa, alle 12.10,  mio padre chiudeva gli occhi per sempre.

La malattia degenerativa contro la quale aveva combattuto per oltre 10 lunghi anni, lo aveva vinto.

Papà ha lasciato dietro di sè un grandissimo vuoto .

Soprattutto mi manca, di lui ,quel non arrendersi mai davanti alle difficoltà della vita, quell’inventiva e quella dedizione totale al lavoro, al tessile, ai suoi operai, alla sua CardingTex.

Per lui la CardingTex è stata molto più di un’azienda da dirigere: è stata una figlia per la quale vivere e combattere, anche nei momenti difficili dovuti al crollo per la catastrofe naturale del 1995.

Soprattutto ricorderò il viaggio negli USA, alla scoperta dei Canyon che facemmo nel 1998, insieme all’amico di sempre: Leo.

E mai potrò dimenticare il suo amore di nonno verso il mio Matteo.

Sempre impressa nella mia mente sarà l’immagine del suo ultimo giorno di vita: con lo sguardo cercava disperatamente il mio Matteo, seguendolo dappertutto, forse per fotografare per sempre ed aver sempre con lui, l’immagine di quel nipotino tanto amato e poco goduto a causa dell’infermità.

Io non so per quanto il colore basterà…. spero che non possa mai finire…

Questa la meravigliosa frase di Maurizio Venegoni, fondatore del CAP, che abbiamo scritto sui tuoi ricordini. Tu amavi il colore. Il colore è luce inestinguibile ed è l’ambiente meraviglioso in cui ora tu vivi e dal quale ci proteggi.

Ci manchi, papà!

Manchi infinitamente sia alla mamma che a me.